MLOL – Media Library On Line

Ciao, comincio questo post dalla lontana. Sono un utente della biblioteca della mia città da quando andavo alle superiori. Quindi l’anno prossimo festeggio il ventennale. Da quando la biblioteca di Sesto San Giovanni si è digitalizzata ed è entrata nel consorzio nord ovest di Milano ho approfittato per prenotare i libri in modo da poter […]

MLOL – Media Library On Line

Le mie Donne di Magia per Yume

Liberi di scrivere

9788854941557_0_536_0_75Ho pubblicato un nuovo libro presso la casa editrice mia concittadina Yume Books, dopo quello di due anni e mezzo fa su Once upon a time, e cioè Donne di magia: Streghe e maghe nella cultura del fantastico.
Yume Books si è già occupata varie volte della figura storica e antropologica delle streghe, donne perseguitate nel corso dei secoli spesso solo perché vivevano ai margini della società e diventate emblematiche di tutte le discriminazioni subite da chi era percepito come diverso.
Nel mio libro, come nerd e otaku, io mi sono invece concentrata su come le streghe sono state viste e raccontate nelle storie, soprattutto di genere fantastico, partendo dai poemi epici, dalle fiabe e dalle leggende e arrivando ai serial televisivi, agli anime e ai fumetti degli ultimi anni.
La strega è un personaggio che mi ha sempre affascinata, anche quando era la nemica delle fiabe: alzi…

View original post 291 altre parole

:: Pier Paolo Pasolini a 100 anni dalla nascita a cura di Antonio Catalfamo

Liberi di scrivere

Pasolini temeva fortemente in vita di essere strumentalizzato dal potere, di rimanere vittima involontaria della capacità del sistema di metabolizzare anche le posizioni ad esso avverse e di trarne linfa vitale per la propria riforma interna e perpetuazione. Da qui certo suo estremismo polemico e certi atteggiamenti provocatori che potevano sembrare pose letterarie. Ma, dopo la morte, gli è successo di peggio. Assistiamo ad ogni anniversario alla sua «santificazione», quasi ch’egli fosse un fiore all’occhiello di quella società capitalistica matura di cui denunciò, con lungimiranza, tutti gli aspetti antidemocratici e, persino, dittatoriali.

Un suo (e anche nostro) amico, Roberto Roversi, ha avvertito l’urgenza di lasciare Pasolini «sconsacrato».

In questo centesimo anniversario della nascita è, dunque, necessario contrastare le tendenze iconografiche, di qualsiasi segno, studiare Pasolini nella sua umanità, nelle sue contraddizioni, nelle sue “fughe in avanti” rispetto allo stagnante ambiente culturale italiano, ma anche nei suoi legami inevitabili col passato…

View original post 1.594 altre parole

Lo stregone di Linn di Alfred Elton van Vogt

Ciao,

scrivo di questo libro perché l’ho abbandonato. Non mi capitava da prima della pandemia. L’ho abbandonato al quarto capitolo. Ho finito il quarto capitolo ieri sera e ho deciso di smettere la lettura. I primi quattro capitoli descrittivi con tanti dialoghi. Come nel ciclo della fondazione di Asimov. A differenza del ciclo della fondazione ne Lo stregone di Linn non avevo voglia di sapere cosa sarebbe successo nel capitolo successivo. Mi dispiace della cosa perché comunque van Vogt è uno degli autori del periodo della fantascienza: un classico insomma. Ma onestamente ho una lista abbondante di libri ed ebook che ho da leggere: dedicherò la mia attenzione a loro. Magari fra qualche anno l’ho riprenderò per dargli un’altra possibilità!

Luca

:: Grazie ai lettori di Liberi di Scrivere!

Liberi di scrivere

Grazie ai lettori che ci sostengono con piccole donazioni!

Grazie ai lettori che comprano i loro libri tramite i link di affiliazione del blog!

Grazie agli editori che ci mandano copie saggio dei loro libri!

Tutto il ricavato viene usato per le spese di gestione del blog (dominio e account annuale che permette non compaiano le pubblicità di WordPress e ci consente un maggiore spazio di archiviazione rispetto all’opzione free). Per comprare libri e per le spese di spedizione e le buste quando invio direttamente libri ai collaboratori. Il rimanente va in beneficienza.

Non riceviamo sovvenzioni nè pubbliche nè private, nè esistono tariffe per gli articoli, tutto si basa sul lavoro volontario dei collaboratori che ormai dal 2007 dedicano parte del loro tempo perchè Liberi di scrivere continui a esistere.

Grazie! dunque a tutti voi che ci aiutate concretamente a rientrare con le spese ed ad andare avanti mantenendo…

View original post 22 altre parole

LaLettura

LaLettura del 6 Marzo 2022

Ciao,

Dopo molto tempo ho comprato l’inserto domenicale del corriere della sera dedicato ai libri. Onestamente avevo voglia di leggere qualcosa che riguardasse i libri e la lettura. Ci sono altre riviste che riguardano i libri che potreste consigliarmi?

Luca

Corsi che sarebbe meglio vietare in università ora che c’è la guerra in Ucraina (solidarietà a Paolo Nori)

Autori che sarebbe meglio vietare in università ora che c’è la guerra in Ucraina 1. Omero. I Cimmeri dell’Ucraina sono citati come popoli barbari che vivono in una terra ai confini con la notte e intrallazzano con veggenti e trapassati. Una cosa al limite dell’horror. Poi diciamocelo di quelle parti sono originarie sia Medea che […]

Corsi che sarebbe meglio vietare in università ora che c’è la guerra in Ucraina (solidarietà a Paolo Nori)

Editoria digitale – Letizia Sechi

Libro pubblicato nel 2010. L’ho riletto a distanza di qualche anno da quando l’avevo comprato. Da non addetto ai lavori considero il saggio un ottimo testo per capire come innestare una pubblicazione di ebook per una casa editrice solamente cartacea, sia per aprire una libreria solamente digitale. Libro che parla della tecnica ma senza entrare in tecnisci che possono allontare le persone come me che non sono all’interno del mondo dell’editoria.

Complimenti a Letizia Sechi per aver scritto un libro che non ha subito troppo il passare del tempo.

Luca