L’altro libro: The Devil in Nanking

strategie evolutive

Ho accennato al fatto che le circostanze mi obbligano ad aggiungere un terzo titolo ai due libri sui quali volevo trascorrere le vacanze.
E allora cominciamo con le circostanze.

Il 27 di Luglio se ne è andata Mo Hayder, scrittrice inglese variamente schedata come autrice di polizieschi, o di thriller, o di horror. Aveva 59 anni. Poco prima di Natale dell’anno passato le era stata diagnosticata una forma di malattia del motoneurone – una malattia che danneggia irreparabilmente il sistema nervoso che presiede i nostri movimenti, inclusa la respirazione. La malattia ha avuto, nel caso di Mo Hayder, un decorso rapidissimo.

Abbandonata la scuola a 15 anni dopo essere stata arrestata per rissa, Beatrice Claire Dunkel aveva fatto una varietà di lavori – secondo alcune fonti che lei non confermò mai, lavorò anche come ballerina nello show di Benny Hill; di sicuro fu barista e guardia giurata, attrice e cineasta…

View original post 333 altre parole

Un giallo per l’estate: il caso irrisolto della Rosetta

Passipermilano

Quanti fatti di cronaca nera, che hanno avuto come vittima una giovane donna, sono avvenuti in estate e, soprattutto, sono rimasti impuniti? Così è accaduto anche, poco più di un secolo fa, a una giovane “Bocca di rosa”, Rosetta Andressi, che morì diciottenne a Milano in circostanze mai chiarite.

I fatti si svolsero nell’agosto del 1913 in piazza Vetra, quando Milano era attraversata dalla ventata del Liberty, quello stile durato solo una quindicina di anni, che passò veloce nella nostra città come la vita della povera ragazza. Avevamo già parlato di leiqualche anno fa (“Morte di una “lucciola” al Ticinese” parte prima) ricostruendo tutta la sua storia (parte seconda) attraverso giornali anche dell’epoca che avevano voluto fare luce su un caso considerato scomodo o poco importante.

Poi la cronaca divenne leggenda e oggi ve la proponiamo come una sorta di giallo da leggere in vacanza e uno spaccato…

View original post 11 altre parole

Arriva “Il libro della scienza”, una raccolta delle opere scientifiche di Isaac Asimov

Liberementi

Dopo aver pubblicato, poco più di un anno fa, il volume con tutti i sette libri del Ciclo delle Fondazioni, Mondadori porta in libreria un nuovo tomo formato extralarge, composto da ben 972 pagine, di Isaac Asimov con Il libro della scienza.

Un’opera colossale, che racchiude Il libro di fisica, Il libro di biologia e La matematica nella scienza: una vera e propria “biografia delle scienze”, che introduce, in forma semplice ma rigorosa, ai segreti dei buchi neri e degli acceleratori di particelle, delle miriadi di forme viventi e dell’intelligenza artificiale, dei numeri e della logica.

All’inizio c’è la curiosità. Una volta risolte le esigenze pratiche, l’uomo ha cominciato a cercare risposte “inutili”: quanto è alto il cielo? Perché una pietra cade? È nata la scienza.
Sarebbe bello poter dire che da allora la scienza e gli esseri umani vissero insieme felici e contenti. Ma non…

View original post 263 altre parole

:: Lo strano caso del missionario scomparso di Shanmei disponibile in pre-ordine

Liberi di scrivere

Cina settentrionale, rada di Taku, 1900.

Il tenente piemontese Luigi Bianchi, facente parte del Secondo Contingente Italiano inviato in Cina per sedare la rivolta dei Boxer, già protagonista di Delitto a bordo del Giava, è finalmente giunto a destinazione ma quello che trova è molto diverso da quello che immaginava. All’arrivo le Legazioni sono già state liberate e se si aspettava di avere la possibilità di distinguersi in imprese eroiche e di mettere alla prova il suo coraggio quello che l’attende è invece uno scenario di devastazione e morte: villaggi incendiati, saccheggi, corpi insepolti di donne, vecchi e bambini cinesi. Nel silenzio irreale di questo panorama spettrale il contingente italiano avanza prima in treno poi a piedi verso Pechino, e sulla strada raggiunge quello che resta di una missione cristiana data alle fiamme dai Boxer. Il drappello italiano si ferma per dare soccorso e aiutare a seppellire i…

View original post 367 altre parole

Un’estate col Protettorato

strategie evolutive

Sanda Greeve si sveglia in un bagno nutritivo, con una gamba in meno, e dei ricordi fratturati dell’esplosione della nave spaziale della quale era al comando, durante quella che passerà alla storia come la Battaglia di Dralee, un piccolo scontro locale fra Ada Prime, che controlla un wormhole, e un pianeta marginale dellos tesso sistema, che invece non ha alcun controllo. E la situazione di Sanda si complica molto rapidamente: è a bordo di una nave nemica, controllata da una intelligenza artificiale, e sono passati duecento e trent’anni dalla Battaglia di Dralee. E Ada Prime, il pianeta che Sanda doveva difendere … il suo pianeta, sul quale si trovava la sua famiglia, sul quale vivevano milioni di persone, è stato ridotto ad un campo di asteroidi.
Ma è molto più complicato di così, perché questo è solo il primo capitolo.

Ambientato in un universo in cui il potere viene mantenuto…

View original post 613 altre parole

Mercato: nell’editoria l’Europa è dis-unita

Liberementi

Non c’è ancora un’Europa unita quando parliamo di statistiche sul mondo dei libri: dai dati sulla lettura a quelli sulle traduzioni, ogni Paese conduce indagini in maniera autonoma, rendendo così difficile l’analisi complessiva delle tendenze. Lo dimostrano due studi di Aldus Up, la rete europea delle fiere del libro cofinanziata dal programma Europa Creativa dell’Unione europea e coordinata da AIE, pubblicati sulla piattaforma del network il 16 giugno in occasione della Bologna Children’s Book Fair. “Queste ricerche – spiega Piero Attanasio, responsabile delle relazioni internazionali dell’Associazione Italiana Editori (AIE) e direttore scientifico di Aldus Up – sono un primo passo per definire una proposta di una metodologia di rilevazione condivisa, che possa permettere all’Europa di fare un salto di qualità nell’analisi statistica in campo editoriale: essere in possesso di dati omogenei è il prerequisito per ogni azione efficace a livello europeo a sostegno della lettura e dello scambio di diritti…

View original post 509 altre parole

Il principe dal mantello scarlatto

strategie evolutive

Mi capita di compiere gli anni, di tanto in tanto, ed è un’occasione per sperperare in libri una parte dei miei miseri risparmi (incredibile che io riesca ancora a mettere da parte qualcosa per le letture, di questi tempi). Di solito durante l’ultimo weekend di maggio posto una lista delle mie prede – libri acquistati, libri regalati da amici.
Ma qui ed ora, mi prendo un post per segnalare uno dei regali più graditi di questo cinquantaquattresimo compleanno (Cinquantaquattro? Possibile? Ci deve essere un errore…)

Come diceva quel tale, “arrivati alla mia età non si legge più, si rilegge”, ed infatti questo volumone che siede ora sul mio scaffale è un “doppio” – ho già letto tutti e sei i romanzi che contiene, in un passato lontano ed ormai ammantato dalle nebbie del mito.
Ma questo naturalmente sigifica che possiamo parlarne con cognizione di causa.

Ennesima proposta della collana I…

View original post 944 altre parole

Paura & Delirio: La Maschera della Morte Rossa (1964)

strategie evolutive

In occasione del compleanno di Vincent Price e della Festa delle Ombre Lunghe, rivolgiamo il nostro sguardo e le nostre chiacchiere su La Maschera della Morte Rossa, il film del 1964 che fa parte del ciclo dedicato ad Edgar Allan Poe dal regista e produttore Roger Corman.
Girato in Inghilterra, ambientato in Italia, fotografato da Nicholas Roeg e scritto da Charles Beaumont, questo è uno dei momenti più alti della carriera pluri-decennale di Corman, ed un classico del cinema horror.

E noi ne approfitteremo per parlare di Poe e di Bergman, di detto e non detto, di corruzione e violenza, di economia narrativa e di scollature vertiginose, di eleganza e di drive-in.
Arriveremo persino a definire Roger Corman un regista di classe.
Accade l’incredibile, su Paura & Delirio.
Ed in apertura, la Posta del Cuore.



View original post

Un Anno di Paura & Delirio – Speciale Noir

#luciapatrizi #davidemana

ilgiornodeglizombi

Paura & Delirio compie un anno, un traguardo che, quando Davide e io abbiamo cominciato, non ero sicura avremmo raggiunto. Non per mancanza di fiducia, sia chiaro, ma perché questo podcast era nato come un divertente esperimento: iniziamo e vediamo dove arriviamo. Dato che però ci piace tanto chiacchierare, temo bisognerà spararci per fermarci, come dimostra la durata elefantiaca di questo super episodio speciale sul noir. Già, non l’horror, ma il noir, perché ormai dovreste aver capito una cosa essenziale su Paura & Delirio: siamo abbastanza imprevedibili.
La formula è la stessa dello speciale di Halloween: dieci film, cinque scelti da Davide e cinque scelti da me, 10 minuti a film con timer (sempre, sistematicamente ignorato), per una carrellata di noir classici che potrebbe rappresentare una buona base di partenza per chi è a digiuno del genere, e un ottimo ripasso per chi invece lo apprezza e lo conosce. Ci…

View original post 124 altre parole